“Sto male”. Ansia per l’amato cantante italiano, da un letto d’ospedale parla delle sue condizioni. Cosa sta succedendo


L’annuncio è arrivato come un fulmine a ciel sereno. Addio tour, almeno per ora. Lo ha annunciato lo stesso cantante con una foto postata dall’ospedale dove è stato ricoverato. La sua bacheca è stata immediatamente presa d’assalto dai fan che, allarmati, hanno voluto manifestare la loro vicinanza al cantante. Parliamo di Cristiano De Andrè che, a causa di un problema alle corde vocali è stato costretto a cancellare o rinviare tutte le date fino a fine luglio: saranno 45 i giorni di convalescenza dovuti all’operazione a un polipo alla corda vocale destra”Oggi ho avuto una visita dal luminare Otorino Franco Fussi a Ravenna per un fastidio alla gola che altri Otorini incapaci prima di lui avevano diagnosticato in una cordite di poca rilevanza – aveva scritto su Facebook -. Invece mi trovo ad avere un polipo alla corda vocale destra e il prossimo lunedì dovrò operarmi! La convalescenza sarà di 45 giorni dopo l’operazione. Purtroppo dovrò cancellare o rinviare le date estive fino alla fine di luglio”. (Continua dopo la foto)

Poi conclude: “Spero vivamente di riuscire ad essere a Genova per il 31 luglio. Vi abbraccio e vi terrò al corrente”.Il tour, Storia di un impiegato, da fine luglio dovrebbe riprendere, appunto, anche perché De Andrè ci teneva molto a riproporre questo capolavoro della musica italiana: “Dopo che avevo arrangiato l’ultimo concerto del 1998, Fabrizio mi chiese di portare avanti il suo messaggio e la sua memoria. Mi è parsa una bella cosa proseguire il suo lavoro caratterizzando l’eredità artistica con nuovi arrangiamenti”. (Continua dopo la foto)

Che possano esprimere la mia personalità musicale e allo stesso tempo donino un nuovo vestito alle opere, una mia impronta. Con questo tour voglio risvegliare le coscienze, mio padre diceva che noi cantanti portiamo un messaggio e in questo non posso che appoggiarlo”.Figlio del celebre di Fabrizio De André e di Enrica “Puny” Rignon, viene chiamato Cristiano in quanto è il secondo nome del padre, e cresce in mezzo alla musica e ai principali nomi del cantautorato italiano degli anni sessanta e settanta. (Continua dopo la foto)

Dopo aver frequentato le elementari alla scuola Diaz di Genova, successivamente famosa per altri fatti, e poi presso un istituto religioso privato, durante l’adolescenza Cristiano studia chitarra e violino al Conservatorio Niccolò Paganini di Genova e inizia a collaborare alla stesura delle musiche per spettacoli teatrali. Nei primi anni ottanta fonda i Tempi Duri con alcuni musicisti di Verona: Carlo Facchini, Carlo Pimazzoni detto Loby e Marco Bisotto. Il gruppo, di cui esce in quel periodo un unico album, Chiamali Tempi Duri, sono supporter di Fabrizio De André sino al loro temporaneo scioglimento nel 1985.

Ti potrebbe anche interessare: “Mia madre…”. Amici 17, Maria De Filippi, il doloroso fuori programma che spacca il cuore – IL VIDEO

To Top