Sfera: “Non uso il preservativo. E vado a letto con chiunque”. Ma i guai vengono dopo – IL VIDEO – Caffeina


Sfera: “Non uso il preservativo. E vado a letto con chiunque”. Ma i guai vengono dopo


Ormai il nome di Sfera Ebbasta è tristemente noto a tutti, non solo dai più giovani che lo considerano il ‘re del trap’, ma il cantante 25enne che all’anagrafe fa Gionata Boschetti, è finito nell’occhio del ciclone dal tragico incidente a Cordinaldo dove hanno perso la vita sei persone, cinque adolescenti e una mamma che si trovavano nel locale Lanterna Azzurra in attesa della sua esibizione.

Sei persone rimaste vittime dello schiacciamento provocato dalla calca che accorreva all’uscita del locale per problemi respiratori accusati per via dell’utilizzo di uno spray al peperoncino. Sei morti come le stelline che il cantante si è tatuato in testa. Di recente una mamma ha accusato indirettamente il trapper ”di postare foto da idiota” e di non essersi presentato sul luogo della tragedia per verificare cosa fosse effettivamente accaduto, ma per Sfera Ebbasta i guai non sono finiti. (Continua dopo la foto)

È notizia recente che ora il trapper si trova indagato per istigazione all’uso di sostanze stupefacenti. È stato infatti presentato un esposto da parte di due assessori del partito ‘Forza Italia’ a ben 18 Procure della Repubblica – quelle dove il trapper si è esibito, tra cui Pescara, tappa del tour dello scorso 12 luglio – con il capo d’imputazione di ‘istigazione all’uso e abuso di sostanze stupefacenti’. (Continua dopo la foto)

I due senatori di ‘Forza Italia’, Lucio Malan e Massimo Mallegni si sono appellati all’articolo 82 della legge 309/1990 sulla droga, che disciplina i casi in cui si faccia proselitismo all’uso di sostanze illecite. E l’istigazione all’uso di droga verrebbe proprio dai testi di Sfera Ebbasta, che tanto per la cronaca con “Rockstar”, disco dei record, è diventato il primo e unico artista italiano nella top 100 delle canzoni più ascoltate al mondo su Spotify. (Continua dopo la foto)

Aveva detto “vengo dal basso” in un’intervista a Le Iene di febbraio scorso, ma il trapper tanto amato dai giovanissimi aveva anche aggiunto dichiarazioni che hanno fatto inorridire i telespettatori, che hanno poi invaso di commenti negativi la pagina Facebook del programma. Come quando il cantante si è vantato di “non usare il preservativo e di andare a letto con chiunque”. E, sempre davanti alla telecamera, aveva dichiarato candidamente di aver fumato canna appena prima dell’intervista e ribadito di essere un accanito consumatore dei derivati della cannabis a scopo ricreativo.

Ti potrebbe anche interessare: Nadia Toffa e la morte. Quel che fa sapere la giornalista fa gelare il sangue – IL VIDEO

 

To Top