“Andiamo a 200 all’ora”. La diretta su Fb e Fausto e Luigi muoiono poco dopo – IL VIDEO – Caffeina


“Andiamo a 200 all’ora”. La diretta su Fb e Fausto e Luigi muoiono poco dopo


Luigi Visconti, 39 anni, napoletano, e Fausto Dal Moro, 36 anni, di Padova, entrambi residenti a Reggio Emilia sono morti mentre erano a bordo di una Bmw. Pochi istanti prima dell’incidente avevano postato un video sul social in cui mostravano il tachimetro. Lo schianto è avvenuto nella notte sulla A1, Milano-Napoli, nel tratto tra Modena Nord e Modena Sud in direzione di Bologna.

La dinamica è choc: il conducente ha perso il controllo del mezzo per la velocità, andando a battere più volte contro il guardrail di destra e di sinistra della carreggiata, per poi finire contro il secondo, accanto alla corsia di sorpasso. I due allora sono scesi, forse storditi, e a quel punto sono stati falciati e uccisi da una o più vetture che sopraggiungevano. (Continua a leggere dopo la foto)

«Stiamo andando a Rovigo, ragazzi, siamo solo ai 200… , fai vedere a quanto andiamo». Sono le parole che si sentono. I due si riprendono mentre sono in viaggio sull’autostrada, a quanto si capisce diretti a una festa techno. «C’è la strada pulita, si va… questa Bmw è un mostro, siamo ai 220», dicono poi mostrando il cruscotto e allargando l’inquadratura. «Ci fermiamo in Autogrill? No, ci sta aspettando la droga e il resto». (Continua a leggere dopo la foto)

Gli inquirenti hanno già individuato due auto e interrogato i rispettivi conducenti, per chiarire chi abbia travolto i due. Poco prima di schiantarsi in autostrada con la loro Bmw nei pressi di Modena due trentenni hanno postato su Facebook un video in cui mostravano il tachimetro dell’auto che segnava la velocità di 220 chilometri l’ora. Vittime Luigi Visconti, 39 anni, napoletano, e Fausto Dal Moro, 36 anni, originario di Padova, entrambi residenti a Reggio Emilia. (Continua a leggere dopo la foto)

 

Anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato la notizia: “C’è un video sui siti, non ho voluto vederlo, di due ragazzi morti all’altezza di Modena… andavano ai 200 all’ora e stavano andando a cercare droga. E poi qualcuno mi contesta se io dichiaro la guerra alla droga paese per paese, città per città, negozio per negozio, per salvare vite”, ha sottolineato il ministro dell’Interno. Quella contro la droga, ha aggiunto, ” è un’altra battaglia che si può combattere in Europa”.

Ti potrebbe anche interessare: Morte Luke Perry, finalmente parla ‘Brenda’: l’addio al suo ‘Dylan’ spezza il cuore in due – IL VIDEO

To Top