È morto Lorenzo Farinelli, per lui l’Italia si era mobilitata: aveva 34 anni – IL VIDEO – Caffeina


È morto Lorenzo Farinelli, per lui l’Italia si era mobilitata: aveva 34 anni


È morto in serata ad Ancona Lorenzo Farinelli, il medico 34enne affetto da Linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B, che aveva commosso il web. Il suo appello sui social per raccogliere la somma necessaria ad andare in Usa per sottoporsi ad una terapia sperimentale con buone probabilità di successo era diventato virale e aveva permesso di raccogliere in pochi giorni la somma necessaria, 500 mila euro, e poi di superarla. «Non è finita finché non è finita. Non voglio morire» aveva detto.

Per lui si era mobilitata tutta la città, ma anche vip che avevano rilanciato il suo appello ed erano giunte donazioni da tutte Italia sulla piattaforma gofundme.com. Lorenzo Farinelli è morto a casa sua, in mattinata era stato dimesso dall’ospedale dopo che era stata interrotta la chemioterapia in preparazione del viaggio negli Usa. Da otto mesi Lorenzo Farinelli lottava contro la malattia sempre più cattiva e feroce. “I protocolli chemio danno sempre meno risultati. (Continua dopo la foto)

Ho avuto una regressione fisica e ora non cammino più”, diceva Lorenzo Farinelli rivolgendosi a tutto il paese. Dopo aver tentato le normali strade di chemio e radio terapia, per Lollo, come lo chiamano gli amici, l’unica vera speranza appariva un protocollo sperimentale chiamato “Car-T”, diffuso già negli Stati Uniti ma da poco arrivato in Italia. Una opzione che aveva deciso di intraprendere come ultima speranza ma che lo aveva portato subito a dover fare i conti con due ostacoli: le tempistiche della burocrazia italiana per approvare la sperimentazione e gli altissime costi della terapia in Usa. (Continua dopo la foto)

“Ai primi di novembre sono stato accolto e visitato all’Istituto Nazionale Tumori di Milano” diceva. “Sono stato dichiarato eleggibile per la terapia, ma mi è stato spiegato che ci sono aspetti tecnici, legati all’approvazione della cura da parte dell’Aifa, che sono complessi e la cui tempistica è difficile da prevedere. (Continua dopo la foto)

Il problema è che per me il tempo stringe e che io non voglio morire” aveva spiegato Lorenzo Farinelli che quindi ha deciso di intraprendere anche l’altra strada, quella degli Stati Uniti avviando, insieme agli amici, una raccolta fondi per raggiungere il mezzo milione di euro necessario. Una somma raggiunta ma che Lorenzo Farinelli non ha potuto utilizzare Una lotta, quello di Lorenzo Farinelli, che è stata ed è quella di tutti contro un male infido che colpisce ogni anno milioni di persone nel mondo.

Ti potrebbe anche interessare: “Non sei mio figlio”. Francesco Totti rinnega suo figlio in diretta. Ecco perché – IL VIDEO

 

To Top