Deraglia il treno dei pendolari: 1 morto e diversi feriti. Soccorsi al lavoro – IL VIDEO – Caffeina


Deraglia il treno dei pendolari: 1 morto e diversi feriti. Soccorsi al lavoro


Paura e morte sul treno dei pendolari. Erano da poco passate le 6 del mattino quando, per cause ancora da accertare – si parla di uno “smottamento” del terreno per le forti piogge – un treno regionale della linea R4 Rodalies Catalunya è uscito dai binari. Succede nei pressi dei Barcellona, a Vacarisses, lungo la linea che va da Sant Vicenç de Calders a Manresa e ferma nelle zone più centrali della città come Plaça de Catalunya e Arc de Triom. Il bilancio provvisorio è di un morto e 6 feriti lievi. Lo hanno reso noto la società ferroviaria e la polizia su Twitter. Sul treno viaggiavano circa 160 passeggeri, gli altri sono rimasti illesi. Vigili del fuoco e polizia sono al lavoro per estrarre i viaggiatori ancora all’interno del treno. Dai numeri ufficiali emerge che gli Stati principalmente interessati in Europa da incidenti ferroviari sono quattro: Polonia, Germania, Ungheria e Romania. In particolare, si tratta degli Stati membri che hanno contribuito in misura maggiore a far salire il numero di morti provocati da incidenti ferroviari nel 2014. (Continua dopo la foto)

Stando alle cifre fornite dall’Eurostat, nello stesso anno di riferimento si contano 202 morti in Ungheria, 225 in Romania, 302 in Germania e 309 in Polonia. Dato che scende vertiginosamente se si guarda al Montenegro (6 morti), alla Norvegia (5 morti), all’Irlanda (2 morti), al Lussemburgo e al Liechtenstein (0 morti). L’Italia, invece, si colloca all’incirca a metà strada, con 113 vittime e 132 incidenti. Guardando alla Francia, poi, i numeri tornano a salire: 14o vittime e 177 incidenti. (Continua dopo la foto)

E’ pur vero che valutare il numero di vittime causate da incidenti ferroviari implica necessariamente rapportare i dati alla performance del traffico ferroviario, espressa in passeggeri per kilometro e tonnellate per kilometro. Nell’Unione europea si registra un rapporto dello 0.9 tra numero di persone coinvolte (morte o ferite) e incidenti ferroviari. (Continua dopo la foto)

Guardano ai singoli Stati membri, poi, il rapporto più alto si rileva in Spagna, dove le cifre subiscono un’impennata a causa dell’incidente del luglio 2013, avvenuto a Santiago de Compostela, dove sono morte 79 persone. Analizzando la relazione che intercorre tra performance del traffico ferroviario e sicurezza, prendendo in considerazione il numero di passeggeri morti per kilometro, Bulgaria e Ungheria conquistano il podio, con numeri dieci volte più alti rispetto al trend generale europeo.
Dietro le quinte del potere Business.it

Ti potrebbe anche interessare: Nadia Toffa e la morte. Quel che fa sapere la giornalista fa gelare il sangue – IL VIDEO

 

To Top