Crolla palazzina, persone sotto le macerie. Vigili del fuoco al lavoro. Cosa è successo – IL VIDEO – Caffeina


Crolla palazzina, persone sotto le macerie. Vigili del fuoco al lavoro. Cosa è successo


Siamo ad Avezzano, in Abruzzo, dove nelle prime ore della mattina è esplosa un’abitazione. Secondo i media locali, ci sarebbero persone rimaste intrappolate tra le macerie. Ci troviamo a via San Francesco, a pochi metri prima dallo svincolo dell’ex superstrada. La dinamica ancora non è chiara. La palazzina, dove vive una famiglia avezzanese, è esplosa probabilmente a causa di una fuga di gas. A lanciare l’allarme sono stati i vicini sorpresi dal forte boato provocato dall’esplosione. Presenti sul posto a cercare sopravvissuti tra le macerie, ci sono i vigili del fuoco, a lavoro senza sosta.

Sul posto anche la polizia locale, diverse ambulanze e gli agenti del commissariato di Avezzano. L’intero quartiere di San Nicola si è mobilitato per prestare soccorso alle persone ancora sotto le macerie. L’esplosione è stata avvertita subito dopo le 9 da tutta l’area sud di Avezzano. Diversi sono stati i vetri infranti nel quartiere e tanta la paura per i residenti che subito si sono portati in strada preoccupati dall’accaduto. (Continua dopo la foto)

Intrappolato ancora sotto le macerie c’è un uomo di mezza età che risponde ai soccorritori. Si sta cercando in ogni modo di tirarlo fuori. La mamma, invece, è stata estratta dai resti dell’abitazione in frantumi subito dopo l’esplosione da alcuni vicini ed è stata trasferita all’ospedale di Avezzano. Sul posto è arrivato anche il primo cittadino, Gabriele De Angelis. Aggiornamento: è vivo Roberto Marziale, 53 anni. (Continua dopo la foto e il video)

L’uomo è stato estratto vivo dalle macerie e trasferito d’urgenza in ambulanza all’ospedale di Avezzano. Come abbiamo detto, nello stabile vivevano tre persone e l’ipotesi più probabile è che ci sia stata una fuga di gas. La prima ad essere stata salvata è una donna di 76 anni, estratta viva dalla macerie e trasportata all’ospedale di Avezzano e poco dopo è stato tratto in salvo anche il figlio della signora, un 43enne che rispondeva ai soccorritori. (Continua dopo la foto)

Inizialmente si credeva che il terzo componente della famiglia, il padre, fosse in casa al momento dell’esplosione, ma in seguito si è scoperto che l’uomo non era nel palazzo. Da quello che sembra quindi, salvo colpi di scena, tutte le persone dovrebbero trovarsi in salvo. Speriamo che sia veramente così.

Ti potrebbe anche interessare: “Non sei mio figlio”. Francesco Totti rinnega suo figlio in diretta. Ecco perché – IL VIDEO

 

To Top