“Che bello (e pure utilissimo)!”. WhatsApp, tutti pazzi per la nuova funzione. Già, è proprio quello che mancava. Quante volte ci è servita, ma non c’era… Da oggi è realtà


Novità in arrivo per gli utenti di WhatsApp. Si chiama WhatsRemoved, registra tutte le notifiche di WhatsApp e avvisa l’utente quando un messaggio inviato da un contatto è stato cancellato. Non solo, perché – come scritto nella descrizione del servizio – è in grado “di individuare – e mostrare – anche immagini, video e audio” che sono stati eliminati. Dal punto vista della privacy, assicurano i creatori dell’applicazione, non ci sarebbe alcun pericolo. Come specificato nei termini di servizio, scrive Repubblica.it, i dati degli utenti non vengono raccolti e per questo non c’è il rischio che vengano venduti o analizzati. Le uniche informazioni registrate dal servizio, infatti, sono quelle relative a possibili problemi che l’utente incontra nell’utilizzo del servizio, i cosiddetti “bug”. I creatori di WhatsRemoved ci tengono a precisare insomma che solo i messaggi volutamente cancellati e quindi mai ricevuti né visti vengono salvati, non quelli che sono già stati letti. A differenza delle altre applicazioni di terze parti, WhatsRemoved non entra in conflitto con il servizio di messaggistica istantanea perché non ne viola i termini d’uso. (Continua dopo la foto)
La sua installazione infatti non apporta alcuna modifica all’esperienza offerta all’utente da WhatsApp e quindi non si corre il rischio che questo sospenda – anche se solo temporaneamente l’account. Situazione in cui sono incorsi molti utenti che avevano installato WhatsApp Plus, un’estensione che permette di personalizzare molti dettagli dell’applicazione, o Scheduler for WhatsApp, altra estensione con cui è possibile programmare l’invio di messaggi. L’app è scaricabile gratuitamente da Google Play. Nel frattempo, per una funzione discutibile, ne arriva un’altra più utile. (Continua dopo le foto)

Nell’ultima beta di WhatsApp, versione 2.18.4 infatti è apparso un nuovo pulsante sulla schermata delle chiamate audio, che consente di passare direttamente alla video chiamata. Ovviamente, scrive www.tomshw.it, la pressione del pulsante non fa che inviare all’altro utente un invito, che potrà essere accettato o rifiutato, inoltre affinché l’operazione sia possibile entrambi gli utenti dovranno possedere la stessa versione di WhatsApp. Al momento non c’è una precisa data di rilascio per la nuova funzione, ma solitamente non intercorre molto tempo tra l’esordio in beta di un servizio e la sua disponibilità reale per tutti.

To Top